Home / PRODOTTI / GAMMA TOOL ID MANAGER

GAMMA TOOL ID MANAGER

Lo strumento ideale per gestire l’identificazione utensile nell’officina meccanica

Con lo sviluppo di Tool ID manager Engfor Solutions ha creato lo strumento ideale per gestire i dati di identificazione utensile.
Grazie alla lunga esperienza nell’ambiente industriale, Engfor Solutions ha maturato le necessarie conoscenze per poter produrre un software versatile adatto alle esigenze peculiari di chi intende lavorare con un sistema di identificazione utensili; la necessità di chi lavora è quella di disporre di strumenti semplici da usare e che limitano al massimo la possibilità di errore.

Tool ID manager è dotato di una interfaccia
grafica intuitiva (basata sugli standard attuali) e minimizza le possibilità di errore attraverso dei dialoghi con l’utente che lo guidano in ogni operazione.

Tool ID manager consente di configurare il formato e la mappatura dei dati necessari per l’identificazione utensile e di gestire contemporaneamente differenti tipi di formato in funzione delle caratteristiche definite dal costruttore della macchina utensile.

L’applicazione Tool ID manager è nata dall’esigenza di creare uno strumento che consenta di creare facilmente e con costi contenuti l’interfacciamanto di un sistema di identificazione utensili con:
– l’unità di preregistrazione utensili (presetter);
– le macchine utensili CNC (FANUC, HEIDENHAIN, MAZAK, SIEMENS, MAKINO, OKUMA e altri).
Il sistema utilizzato per l’identificazione degli utensili è un codice a barre bidimensionale a matrice, composto da celle (o moduli) bianche e nere disposte all’interno di uno schema di forma rettangolare o quadrato chiamato Data matrix.
Lo standard Data matrix viene già utilizzato in diversi ambiti applicativi (aerospaziale, difesa ecc…) e supporta avanzati algoritmi di controllo e di correzione degli errori; per questo è stato scelto per l’ identificazione utensile.

Identificazione utensile tradizionale
Supporti di memoria e centralina di controllo
Normalmente il sistema utilizzato per l’identificazione utensili è composto da un’unità di memoria applicata sull’utensile e da una centralina elettronica di controllo che permette la lettura e la scrittura dei dati. I supporti di memoria vengono incollati sul codolo, oppure sul fianco del portautensile.
Criticità e svantaggi
– Applicazione supporti di memoria su utensileria già esistente e non predisposta per l’applicazione (sedi meccaniche non esistenti).
– Rimozione supporti di memoria difficoltosa.
– Costi elevati per ogni supporto di memoria.
Integrazione del sistema di identificazione
Integrare il sistema di identificazione nella realtà lavorativa comporta diverse problematiche da risolvere:
– Predisporre i centri di lavoro con le unità di elaborazione dati per la lettura e scrittura dei supporti di memoria.
– Modificare la logica macchina per il controllo dell’unità di elaborazione, la gestione del carico / scarico utensile e la gestione dei dati memorizzati nel supporto di memoria.
– Predisporre l’unità di preregistrazione utensili (presetter) con l’unità di elaborazione dati per la lettura e scrittura dei supporti di memoria.
– Interfacciare il sistema di gestione dell’unità di preregistrazione utensili (presetter) per la gestione dei dati nel supporto di memoria conforme al formato utilizzato dal centro di lavoro.
Nelle macchine già predisposte attualmente non esiste un formato standard con il quale i dati vengono salvati nella memoria, ed ogni costruttore ha adottato formati diversi (binario, testo, BCD, ecc…).
Criticità e svantaggi
Risolvere i problemi di integrazione con la macchina utensile è difficoltoso per ragioni di competenze (applicazione meccanica testine di lettura e scrittura nella stazione di carico e scarico, modifica logica PLC macchina, responsabilità ecc…).
Costi elevati per le modifiche necessarie su ogni macchina utensile

 

Nuovo Tool ID Manager
Supporti di memoria e centralina di controllo
I supporti di memoria vengono sostituiti identificando ogni corpo utensile con un codice univoco BARCODE DATAMATRIX mediante un sistema di marcatura laser o stampa su etichette con stampanti specifiche.
La centralina di controllo è costituita da un lettore 2D Data Matrix.
I dati di ogni utensile sono memorizzati in un database che viene interrogato in fase di carico e aggiornato in fase di scarico utensile e gestito dal software di sistema Tool ID Manager.
Vantaggi
Il sistema consente di non dover sostenere costi aggiuntivi per la modifica o l’acquisto dell’utensileria non predisposta e dei supporti di memoria necessari per l’attrezzaggio degli utensili di ogni macchina.
Integrazione del sistema di identificazione
Per l’integrazione con le macchine utensili, si sfruttano le nuove tecnologie sviluppate dai produttori di controlli numerici che consentono, tramite librerie, di interagire direttamente con i dati utensile presenti in macchina (Fanuc Focas, Remotools Heidenahain, ecc…).
Per l’integrazione con l’unità di preregistrazione, il sistema consente di acquisire direttamente dal presetter le misure dell’utensile.
Il sistema consente di personalizzare e configurare i dati necessari al controllo numerico per il caricamento di un nuovo utensile.
Vantaggi
Il sistema consente di non dover sostenere costi aggiuntivi per modifiche meccaniche e della logica PLC della macchina utensile.

I NOSTRI PRODOTTI
EnglishItaliano